Numero da chiamare

Disinfezione Ambiente

Sono molti gli organismi o micro-organismi che possono infestare le nostre abitazioni, e in generale gli ambienti in cui viviamo, lavoriamo o trascorriamo per varie ragioni parte della nostra giornata. Che a infestare i nostri luoghi siano organismi come insetti (cimici, pidocchi, pulci, acari, zanzare, etc.), ratti e altri mammiferi portatori di malattie e infezioni,o micro-organismi quali batteri, muffe o virus , in qualsiasi caso, una volta debellati bisogna ricorrere a delle procedure di disinfezione dell’ambiente.

Naturalmente, prima bisognerà debellare il problema effettuando una disinfestazione, possibilmente rivolgendosi a ditte specializzate che assicureranno la buona riuscita dell’opera. Una volta effettuato questo passaggio essenziale, bisognerà eliminare ‘il ricordo’ del danno subito eseguendo una buona disinfezione, eliminando così definitivamente il rischio che si sviluppinomicro-ambienti che possano portare conseguenze nefaste sulla nostra salute.

Disinfezione dei tessuti

Che siano muffe o insetti ad aver infestato le vostre case, o anche mammiferi come ratti (portatori di germi a noi nocivi), di solito si è portati a sterilizzare tutti gli indumenti e tessuti lavabili dell’ambiente. Nella maggior parte dei casi bastano due semplici elementi per eliminare tracce residue dell’infestazione sui tessuti: candeggina e/o acqua calda. Infatti la maggior parte degli insetti parassiti (acari, pidocchi, pulci, etc) non resistono in vita (tanto meno le uova) a lavaggi superiori ai 50°.

Quindi un bel bucato il lavatrice a queste temperature sterilizzerà facilmente e in maniera efficace i vostri indumenti. Spesso però alcuni tessuti come lana, seta, o tessuti di tende e divani sfoderabili, non possono essere lavati in acqua calda; onde evitare di incorrere nel rischio di danneggiarli per sempre, potrete effettuare dei lavaggi in acqua fredda aggiungendo al comune detersivo una quantità sufficiente di candeggina delicata, che non arrecherà danno ai tessuti ma che effettuerà una disinfezione dei capi qualitativamente al pari della candeggina tradizionale.

Inoltre un’altro consiglio utile, è in caso ci sia stata una infestazione di insetti (non usare questo metodo in caso di muffa sui capi), di riporre gli abiti sottovuoto, utilizzando le comode buste di plastica che aspirano l’aria grazie all’aspirapolvere (oramai diffusissime in commercio e acquistabili presso qualsiasi negozio).

Disinfezione di divani, poltrone e materassi

In caso tra gli elementi del vostro arredamento ci siano mobili con componenti in tessuto non sfoderabili, si può usare la testa tecnica utilizzabile per i materassi. Bisognerà essere provvisti di un vaporetto (di qualsiasi marca), acqua e bicarbonato di sodio. Infatti usando un panno bagnato in acqua e bicarbonato, ma ben strizzato, passandolo sulle superfici si effettuerà una prima disinfezione, che verrà completata con l’utilizzo di questi appositi macchinari che emettono vapore acqueo, che sterilizzerà completamente uccidendo qualsiasi forma di batterio, muffa o insetto.

Bisogna però prestare attenzione a non bagnare con il panno umido troppo la superficie da disinfettare, e dopo l’utilizzo del vapore, di riporre il pezzo d’arredamento in un luogo ventilato e secco evitando che si creino o ri-creino muffe.

Disinfezioni dei muri

Oramai le pitture in commercio oggi giorno sono quasi tutte ‘pitture plastiche’ cioè pitture che per i loro componenti chimici, sono lavabili. Utilizzare quindi un appena imbevuto in acqua e candeggina, non solo sterilizzerà le vostre pareti, ma eliminerà qualsiasi traccia di muffa. Chiaramente dopo l’utilizzo di questa pratica bisogna sempre far areare l’ambiente. Non è comunque sconsigliata l’idea di tinteggiare la casa.

Disinfezione di pavimenti e piastrelle

Il vapore acqueo a 100° è di solito il disinfettante migliore, e più innocuo per la nostra salute, che ci sia. Se ne siete provvisti, utilizzare un vaporetto (sopratutto nelle intercapedini delle piastrelle) su pavimenti e piastrelle del bagno e della cucina, non solo donerà un senso di pulizia superiore alla norma, ma disinfetterà la superficie al 100%. Inoltre se antecedentemente avrete lavato con un qualsiasi detergente disinfettante ( ne esistono centinaia in commercio) e avrete sciacquato abbondantemente, il risultato sarà decisamente migliore.

Disinfezione di oggetti e mobili

A parte in alcuni rari casi (come mobili antichi o fatti con materiali altamente pregiati) quasi tutti gli oggetti della casa e i mobili possono essere disinfettati in base al materiale con candeggina, ammoniaca o un comune detergente disinfettante. Basterà armarsi di un pò di pazienza. Per un’efficacia maggiore, è consigliabile, quando possibile immergere piccoli oggetti resistenti al calore, in acqua bollente per almeno 7 secondi. In questo modo posate ( no assolutamente d’argento), utensili da cucina ed altro, possono essere disinfettati da qualsiasi micro-organismo, assicurando la buona salute di chi gli adopera.

Queste naturalmente sono procedure più che efficaci per i casi più comuni nei nostri territori. Casi particolari e di estremo rischio sanitario, come insetti tropicali o virus e batteri particolarmente nocivi, richiedono chiaramente l’intervento di ditte specializzate e in alcuni casi delle autorità competenti alla salute pubblica.

 
CHIAMA SUBITO 3485322170

Chiama Ora!